image

Il nobile borgo di Pignolo

Palazzo Agliardi sorge in uno dei borghi storici di Bergamo ove nel Cinquecento le più importanti famiglie di nobili e mercanti fecero costruire le loro sontuose dimore. Il palazzo fu fatto costruire nel XVI secolo da Alessandro Martinengo, nipote del famoso condottiero Bartolomeo Colleoni. Nel 1741 la famiglia dei Conti Mosconi acquistò il palazzo diruto ed incaricò l’architetto Caniana di ricostruirlo in chiave settecentesca. Nel 1845 venne acquistato dai Conti Agliardi, tuttora proprietari. L’edificio, in gran parte ricostruito nel ‘700, è costituito da un ampio salone fiancheggiato da quattro sale. I soffitti sono decorati da briosi affreschi di Carlo Innocenzo Carloni e Federico Ferrario.

image

Un giardino pensile affacciato su Bergamo Alta

Il salone si affaccia sul giardino pensile che costituisce una suggestiva cornice al palazzo. Vi è un bel prato circondato da bordure con piante e fiori in gran varietà. Di particolare bellezza vi sono il gruppo delle azalee ed il ciliegio selvatico con la loro spettacolare fioritura primaverile. Splendida la vista su Città Alta e lo scorcio sul campanile di Sant’Alessandro in Croce. Al piano sottostante vi sono anche l’affascinante scuderia, con sei poste per i cavalli, il loggiato ed il cantinone.

Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi
Conti Agliardi